Lista delle banche centrali che hanno tagliato il loro Tasso d’Interesse già nel 2015

Edoardo Reale
da Edoardo Reale febbraio 24, 2015 15:08

Lista delle banche centrali che hanno tagliato il loro Tasso d’Interesse già nel 2015

Sommmario

  • Seguire i tassi d'interesse è una parte fondamentale del lavoro del trader che opera con i dati macroeconomici. Ecco un riassunto veloce di quello che è successo con i tassi in questi primi 3 mesi del 2015!

Articoli collegati

Quest’oggi, la Banca d’Israele è stata l’ultima Banca Centrale a tagliare il tasso d’interesse.

Scopri come seguire i traders esperti copiando da chi guadagna!
Clicca qui ed inizia a copiare dagli esperti!

Sicuramente il 2015, già soltanto in questi primi mesi di quest’anno, è stato l’anno dei colpi di scena e dei tagli ai tassi d’interesse. Noi traders, sappiamo bene quanto siano importanti i tassi, in quanto questi valori guidano letteralmente i cross negli anni, è quindi buona norma monitorare settimanalmente e mensilmente ogni singolo tasso, di ogni singola banca centrale.

Ricordiamo come solo soltanto qualche settimana fa, la rimozione del peg sulla coppia EUR/CHF e il taglio dei tassi d’interesse da parte della SNB ha mandato letteralmente in crisi migliaia di traders, i quali broker hanno dovuto in gran parte chiudere.

Alpari ha dichiarato la bancarotta, FXCM invece ha annunciato che non potrà perdonare i clienti che hanno subito saldi negativi. Molti però hanno fatto anche profitti grazie a queste manovre. C’è da dire tuttavia che attualmente è un vero e proprio caos nel mondo del forex, e che il monitoraggio dei tassi è di importanza fondamentale per essere sempre un passo avanti agli altri sui mercati.

Ecco quindi un riassunto di tutte le Banche Centrali che già in questi primi mesi del 2015 si sono date da fare tagliando i tassi d’interesse.

Il Canada ha deciso di tagliare i tassi

Il Canada ha tagliato il proprio tasso d’interesse, con lo stupore di tutti. E’ stato il primo taglio dal 2009.

Innalzamento controcorrente per il Brasile

Il Brazile ha innalzato invece il tasso, a causa dell’inflazione e della lenta crescita.

Banca Centrale Europea, il fautore

La Banca Centrale Europea, ha senza dubbio effettuato il programma di espansione più grande mai registrato in Europa: il Quantitative Easing, su modello della Federal Reserve.

La mossa a sorpresa della Svizzera

La Svizzera ha stupito tutti, mandando broke centinaia di broker e sul lastrico migliaia di traders togliendo il classico piolo a 1,20 sul cross EUR/CHF e controbilanciando la mossa con un taglio dei tassi.

Il paese scandinavo taglia i tassi

La Svezia ha invece tagliato i tassi d’interesse per evitare l’apprezzamento della loro moneta, il SEK.

La Danimarca si difende dall’Euro

La Danimarca ha tagliato i tassi per difendere “il piolo” con l’Euro.

La Russia vuole far ripartire l’economia

La Russia invece ha tagliato i tassi per aiutare la crescita, in quanto i prezzi del petrolio hanno aumentato l’effetto delle sanzioni per la crisi in Ucraina.

In Australia si argina la decrescita

In Australia invece i tassi d’interesse sono stati tagliare per rallentare l’impulso della decrescita e per arginare l’apprezzamento della moneta locale.

Dei numeri interessanti

Interessante vedere che circa il 50% delle nazioni globali hanno visto un taglio dei tassi d’interesse già in questi primi mesi del 2015.

Edoardo Reale
da Edoardo Reale febbraio 24, 2015 15:08
Sono laureato in Economia e seguo i mercati dal lontano 2001. Sono un trader professionista dal 2005 circa. Mi occupo di mercati azionari e di analisi valute.
Scrivi un commento

Nessun commento

Nessun commento ancora!

Nessun commento. Puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Scrivi un commento
Vedi commenti

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
Required fields are marked*