Unicredit: si avvicina l’aumento di capitale

Giulia Perego
da Giulia Perego febbraio 2, 2017 08:13 Updated

Unicredit: si avvicina l’aumento di capitale

Si avvicina l’aumento di capitale per Unicredit, che ha presentato il documento di registrazione che è stato predisposto per dare il via all’aumento di capitale del valore di 13 miliardi di euro per il quale la banca di Piazza Gae Aulenti ha ricevuto il via libera dalla Consob. Si tratta del materiale che è stato messo a disposizione degli azionisti del gruppo e degli investitori, chiamati a valutare l’opportunità di procedere con la sottoscrizione della capitalizzazione.

Scopri come seguire i traders esperti copiando da chi guadagna!
Clicca qui ed inizia a copiare dagli esperti!

L’aumento si avvicina anche perché la banca milanese ha riunito un consiglio di amministrazione di avvicinamento alla ricapitalizzazione, manovra che dovrebbe essere varata sulla base dei conti relativi al 2016 e che è stata fissata in agenda per la data del 9 febbraio. Nel frattempo, il titolo ha sofferto molto in borsa, in una giornata sicuramente debole per le banche, che hanno trascinato in basso l’indice generale, ma in un contesto di contrazione che ha indotto una sospensione degli scambi nel corso della giornata di lunedì e una chiusura al netto ribasso con una perdita del -5.5%.

Unicredit: l’andamento del titolo in Borsa

Unicredit: previsioni

Secondo gli analisti, il processo di ricapitalizzazione di Unicredit si propone ‘sorprendente’ e ora non si esclude il fatto che Unicredit voglia cavalcare l’onda e concludere la transazione in tempi brevi, considerando il buon andamento del titolo negli ultimi mesi, quando ha guadagnato complessivamente il +16.4%.

Nella nota consegnata ad azionisti e investitori Unicredit ha quindi fatto il punto della situazione, rivedendo il piano strategico del triennio 2016-2019 dove l’aumento di capitale è la base portante. L’aumento si lega nella comunicazione alla definizione e al completamento delle operazioni di natura straordinaria e alla cessione delle attività, fra le quali le cessioni concluse e da concludere di Bank Pekao, Pioneer e Investments. La banca ha quindi messo le mani avanti, specificando che se l’aumento di capitale non andasse a buon fine potrebbe procedere con gli stop ai dividendi e ai pagamenti delle cedole, nonché con il fermo dei bonus dei manager.

Giulia Perego
da Giulia Perego febbraio 2, 2017 08:13 Updated
Scrivi un commento

Nessun commento

Nessun commento ancora!

Nessun commento. Puoi essere il primo a commentare questo articolo.

Scrivi un commento
Vedi commenti

Scrivi un commento

La tua email non verrà pubblicata.
Required fields are marked*