Fca, piano industriale 2018-2022. Cosa aspettarsi

La presentazione del piano industriale 2018-2022 di FCA sarà ufficializzato il 1° di giugno ed emergono le principali indiscrezioni. Un’unica divisione per Alfa Romeo e Maserati all’orizzonte. Ecco alcune delle probabili linee guida per il gruppo guidato dall’ad Sergio Marchionne.

Fca piano industriale 2022: tutte le novità

Tengono banco in queste ore le novità che saranno introdotte a seguito della presentazione del nuovo piano industriale per Fca, programmato per il giorno 1 giugno 2018.

Emergono innanzitutto importanti indiscrezioni sui brand Alfa Romeo e Maserati.

Per Alfa è ormai quasi certo l’addio al progetto della MiTo, probabilmente sostituito da un compatto crossover.

Curiosità sempre all’interno del marchio del Biscione per le novità inerenti la Giuletta mentre cresce l’attesa per ulteriori dettagli sulla produzione di un Suv di dimensioni più grandi dello Stelvio. Previsto inoltre il debutto della versione Gran Turismo della Giulia, con un propulsore derivato dalla Formula 1 ed in grado di erogare una potenza di ben 600 CV.

Novità anche per la divisione del lusso rappresentata da Maserati. Gli ultimi rumors riguardano il via della produzione di un modello più compatto del Levante, basato sul progetto dello Stelvio.

Oltre il trasferimento della produzione della Panda in Polonia, per il brand Fiat è sempre più probabile l’addio alla Punto nel corso dei prossimi anni.Parecchie invece i prodotti nuovi all’orizzonte per Jeep, sempre più il marchio in grado di riscuotere maggiori consensi sia in Italia ma soprattutto fuori dai confini nazionali.

Previsto il via alla produzione di un modello più compatto, a cui andrebbe ad aggiungersi una ammiraglia a 7 posti. In arrivo anche un nuovo pick-up della Wrangler.

Fca, divisione unica per Alfa e Maserati

Tra le altre indiscrezioni trapelate con insistenza nelle ultime ore sul piano 2018-2022 di Fca, la costituzione di un’unica divisione per i brand di Maserati ed Alfa Romeo.

In pratica le due società rimarrebbero sempre distaccate dal punto di vista operativo e dei programmi ma verrebbero considerate insieme con riguardo ai report finanziari.

Infine le novità relative ai mercati di sbocco, con l’uscita di Fiat da Stati Uniti e Cina, per puntare ad una più spiccata concentrazione delle attività del brand in Europa e in America Latina.

In attesa della presentazione del piano industriale al Balocco l’1 giugno 2018, il titolo Fca a Piazza Affari è in progresso dello 0,95 per cento a quota 19,192 euro.

SHARE
Nato a Roma il 24/01/1978. Nel 2003, mi sono iscritto alla facoltà di Economia dell’Università dove mi sono laureato in Economia e Finanza. Nell’Ottobre 2014 mi sono classificato al 3° posto alla Traders Cup nella competizione sul mercato azionario.

LEAVE A REPLY