Fca: richiami auto record negli Usa

Troppi i richiami auto per Fca negli Usa. È il gruppo che ne conta il maggiore numero dall’inizio dell’anno, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal. Ad oggi ha richiamato circa 6 milioni di veicoli. Segue distanziata Ford con 2 milioni, ovvero circa un terzo rispetto alla società guidata da Sergio Marchionne.

Fca richiami auto Usa

Il gruppo italo-americano ha richiamato 6 milioni di auto dall’inizio dell’anno, il triplo di Ford che segue in questa graduatoria con 2 milioni. È quanto sottolineato dal Wall Street Journal sulla base dei dati del governo statunitense.

Fiat Chrysler Automobiles è dunque il produttore che “crea” più problemi alla clientela dopo l’acquisto di una nuova vettura, almeno per quanto concerne il territorio americano.

Nettamente distanziata, al secondo posto, troviamo Ford con circa due milioni di autoveicoli richiamati.

L’autorevole quotidiano finanziario mette in risalto come Fca abbia effettuato più richiami di tutti non soltanto nell’anno in corso ma complessivamente negli ultimi 3 anni. Nel 2017 le vetture del gruppo invitate a presentarsi in officina sono state 5.7 milioni, nel 2016 per un totale di 8.8 milioni e nel 2015 per complessivi 11.5 milioni di unità.

Tra le tante problematiche rientra anche lo scandalo degli airbag difettosi della società giapponese Takata che ha coinvolto diversi produttori.

Richiami record lo scorso anno negli Usa a quasi 31 milioni di unità, un trend che non accenna a diminuire nemmeno nel 2018: fino ad oggi sono 15 milioni le vetture interessate. Di queste ultime, il 20 per cento riguarda le auto del gruppo Fca.

Fca, quarto costruttore in Europa

Fca ha immatricolato 110.100 vetture a maggio in Europa, in rialzo dello 0,2 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Aumentano le vendite in Francia (+25,1 per cento) e in Spagna (+15,2 per cento).

Fiat Chrysler Automobiles si conferma così il quarto costruttore nel Vecchio Continente.

Nel dettaglio, il marchio Fiat ha registrato a maggio 76.700 immatricolazioni in Europa, Lancia/Chrysler circa 5.000 autovetture, Alfa Romeo tocca le 9.200 unità (+12,2 per cento) ed il marchio Jeep in forte crescita a 18.500 modelli venduti (+101,3 per cento). Infine il brand del lusso Maserati ha archiviato il mese di maggio con 645 vetture immatricolate, portando il consuntivo dei primi cinque mesi dell’anno a 3.689 unità.

Il titolo Fca questa mattina a Piazza Affari è in calo dello 0,09 per cento a quota 16,892 euro.

SHARE
Nato a Roma il 24/01/1978. Nel 2003, mi sono iscritto alla facoltà di Economia dell’Università dove mi sono laureato in Economia e Finanza. Nell’Ottobre 2014 mi sono classificato al 3° posto alla Traders Cup nella competizione sul mercato azionario.

LEAVE A REPLY