Fincantieri Spa: ricavi record e piano industriale

Fincantieri Spa ha approvato il bilancio consolidato 2017 ed il nuovo piano industriale. Lo scorso esercizio si è chiuso con ricavi record ad oltre 5 miliardi di euro. Il nuovo piano strategico al 2022 mira ad aumentare i ricavi fino al 50 per cento rispetto allo scorso esercizio. Il titolo però crolla in Borsa per le prospettive di utili ritenute troppo timide dal mercato.

Fincantieri bilancio consolidato 2017

Il consiglio di amministrazione di Fincantieri Spa ha approvato i risultati del 2017 ed il nuovo piano industriale al 2022. I ricavi nel periodo hanno raggiunto livelli record, con un incremento del 13 per cento a quota 5 miliardi di euro.

Il margine operativo lordo è salito del 28 per cento a 341 milioni di euro rispetto al 2016. Il risultato di esercizio è aumentato del 279 per cento a 53 milioni di euro. I nuovi ordini sono saliti del 31 per cento a 8,6 miliardi, con un carico di lavoro complessivo di 26 miliardi di euro, corrispondenti a circa 5 anni di attività. L’indebitamento finanziario netto della società è risultato di 314 milioni di euro, un dato in forte flessione dai 615 milioni registrati a fine dicembre 2016. L’Ebit nel 2017 è aumentato a 221 milioni di euro a fronte dei 157 milioni del 31 dicembre 2016, con un Ebit margin salito al 4,4 per cento.

Da segnalare quasi 400 nuovi posti di lavoro creati ed i circa 1600 nell’indotto. Il patrimonio netto della società ha registrato un incremento di 68 milioni di euro nel 2017. Il consiglio di amministrazione di Fincantieri ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 0,01 euro per azione.

Piano industriale 2018-2022: obiettivi

Approvato il piano industriale 2018-2022. Tra gli obiettivi un totale di ricavi al 2022 stimati in crescita fino al 50% rispetto allo scorso esercizio. Previsto anche un rialzo dell’Ebitda fino al 100% sul 2017 mentre il risultato adjusted al 2022 è atteso compreso nel range tra il 3% ed il 4% sul totale dei ricavi. Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, ha commentato positivamente i risultati, evidenziando il buono stato di salute della società.

L’azienda però non ha soddisfatto appieno le prospettive di utili secondo gli analisti e per questo motivo il titolo, nonostante i conti record, è in forte calo a Piazza Affari. Al momento perde il 4,27 per cento a quota 1,164 euro.

SHARE
Nato a Roma il 24/01/1978. Nel 2003, mi sono iscritto alla facoltà di Economia dell’Università dove mi sono laureato in Economia e Finanza. Nell’Ottobre 2014 mi sono classificato al 3° posto alla Traders Cup nella competizione sul mercato azionario.

LEAVE A REPLY