Secondo Tim Cook, le vendite di Apple continueranno a crescere

Apple è la prima azienda ad avere un valore di mercato di 700 miliardi di dollari. Tuttavia secondo il presidente del gruppo di Goldman Sachs, Gary Cohn: “Apple sembra non lasciarsi condizionare dalla legge dei grandi numeri”.

Questa legge dei grandi numeri è adesso più importante che mai, visto che i 700 miliardi di dollari sono stati superati. Gli analisti si riferiscono a questa teoria matematica spiegando perché gli investitori dovrebbero preoccuparsi sui piani futuri di Apple e di altre compagnie mastodontiche.
La crescita finanziaria comincia a rallentare per una compagnia che raggiunge una certa quantità di profitti, per il semplice motivo che per quest’ultima, diventa gradualmente sempre più difficile trovare nuovi business per mantenersi al passo con i tempi.

“Non crediamo in teorie come la Legge dei Grandi Numeri”, ha risposto Cook alla Goldman Sachs Technology and Internet Conference a San Francisco. “E’ un vecchio dogma, io credo, che è stato investato da qualcuno. Steve ha fatto tantissime cose per noi durante gli anni, ma una delle cose che ci ha insegnato è: mettere dei limiti nel tuo pensiero non è mai una cosa buona. Attualmente non siamo focalizzati sui numeri. Siamo focalizzati sulle cose che producono i numeri.”

Tuttavia, la “Legge dei Grandi Numeri” è una vera teoria, che parla di probabilità. Se infatti, per esempio, si continua a lanciare una monetina, avremo dei risultati prevedibili. In quanto se registreremo i risultati di ogni lancio, dovremo ottenere un 50% di teste e un’altro 50% di croci. Questo ovviamente non si può applicare ai profitti di un’azienda come Apple, a meno che i risultati non siano puramente casuali. Ovviamente le vendite di Apple non sono causali, perché contengono dentro di esse un numero vasto di fattori controllabili, come l’interessamento dei clienti nel comprare, e la bravura di Apple nel produrre prodotti tecnologici, e tanti altri fattori.

Investire in Azioni Apple nel 2015

I trader e gli esperti finanziari che ogni giorno affrontano i mercati, utilizzano molto questo termine, quindi per molti esperti, le continue risposte di Cook, che negano l’esistenza della Legge dei Grandi Numeri, è come dire “Non credo nella gravità perché credo che Apple continui ad andare verso l’alto”.

Tim Cook aveva dato risposte simili già nel 2010, nel 2012, e per adesso ha avuto ragione lui: Apple nell’ultimo Q4 del 2014 ha venduto il doppio degli iPhone venduti nel Q4 2011. La Apple ha quindi zittito tutte le critiche, mostrando risultati concreti.

Tuttavia c’è da dire, come il buon Warren Buffett della Berkshire Hathaway ha affermato non molto tempo fa in una lettera ai suoi azionisti, che le prospettive di crescita di un’azienda che diventa man mano sempre più grande, sono destinate a rallentare.

Grafico Azioni Apple

I numeri di Apple sono da record dunque potrebbe essere il momento per iniziare a fare trading ad esempio sfruttando i contratti per differenza (CFD). Molte opportunità si stanno creando per chi vuole investire a Febbraio 2015, dunque continuate a seguici e condividete con noi le vostre strategie.

SHARE
Sono laureato in Economia e seguo i mercati dal lontano 2001. Sono un trader professionista dal 2005 circa. Mi occupo di mercati azionari e di analisi valute.

LEAVE A REPLY