GBP/USD al rialzo dopo i dati positivi economici

La coppia GBP/USD, il cosiddetto “Cable” ha tardato al rialzo durante la giornata di martedì, alimentato da un secondo quarto fatto di ottima crescita economica, che è cresciuta secondo le stime, salendo a 0.7% nel periodo che va da Aprile a Giugno. I traders si stavano aspettando una crescita che sarebbe dovuta andare a 0.7, e sono stati accontentati. Inoltre, questo report è stato nettamente superiore rispetto alla lettura precedente di 0.4%. L’economia Britannica ormai sono oltre 10 quadrimestri che continua a far bene.

Uno degli agenti scatenanti di questi ottimi dati sul PIL, è stato senza dubbio grazie alla produzione del petrolio e del gas. Il petrolio e gas del Mare del Nord, grazie alla sua grande produzione su tutti i livelli, ha permesso di incrementare la produzione industriale dell’1%, il più grande incremento dal 2010.

Tuttavia, secondo molti, i guadagni sono stati frenati dal fatto che i dati rilasciati non sono stati propriamente 100% rialzisti. La produzione manifatturiera è caduta per la prima volta in due anni, con la produzione che è caduta a 0.3% nel quarto. Il PIL Pro Capite è tornato inoltre ai livelli del 2008, prima della crisi economica.

Parlando di altre coppie importanti, l’Euro contro Dollaro ha avuto un interessante presa di profitto da parte dei traders. Nella giornata di oggi, che sta avviandosi alla sua conclusione al momento della scrittura di questo articolo, non è stata condizionata da numerose notizie macroeconomiche.

Per quanto riguarda i mercati azionari in Cina, Europa e Stati Uniti, c’è stata una situazione molto stabile, che ha portato una nuova pressione sulla coppia EUR/USD.

Per quanto riguarda invece la Grecia, gli accordi per un nuovo terzo programma di salvataggio tra la Grecia e i suoi creditori, ci sono stati già da questo martedì, una settimana in ritardo. C’è ancora tantissima incertezza in Grecia sulle spalle del Primo Ministro Alexis Tsipras, in quanto molti vorrebbero che prendesse le distanze dal suo partito Syriza, in quanto molti membri della sinistra più radicale si stanno opponendo al pacchetto di salvataggio, che richiede alla Grecia ancora più austerità.

Parlando di alcune materie prime, l’Oro Comex di Dicembre è stato scambiato ad un volume molto basso, la volatilità è stata molto sottile a fronte del discorso di mercoledì da parte della Federal Reserve. I traders sono ancora abbastanza scossi dal sell-off della scorsa settimana. Lo statement di mercoledì permetterà senza dubbio ad alzare la volatilità nell’Oro, se la FOMC utilizzerà parole a favore di un possibile innalzamento dei tassi già a partire dal 2016.

SHARE
Sono laureato in Economia e seguo i mercati dal lontano 2001. Sono un trader professionista dal 2005 circa. Mi occupo di mercati azionari e di analisi valute.

LEAVE A REPLY