Mps: la Consob autorizza la conversione dei bond

È stato finalmente approvato il prospetto informativo sulla conversione dei bond subordinati in azioni del Monte dei Paschi di Siena. Lo ha comunicato lo stesso istituto bancario in una nota, che è stata diramata pochi minuti prima dell’apertura di Piazza Affari, dove il titolo ha vissuto una giornata altalenante e ha concluso con una perdita del 13%. La nota ha riportato le date, quindi l’inizio della conversione, che è stata stabilita per il 28 novembre come data di avvio e per il 2 dicembre alle ore 16.00 come data di chiusura, salvo proroghe che potrebbero essere introdotte dalle parti. Alla chiusura del periodo di adesione seguirà quindi il pagamento dell’offerta, che sarà fissato in un secondo momento.

grafico-azioni-bmps

Secondo i vertici Eu, la ricapitalizzazione dell’istituto di credito senese è in linea con le direttive europee e lo stesso vicepresidente della Commissione Europea Valdis Dombrovskis ha dichiarato che l’aumento del capitale Mps è condotto con la supervisione delle autorità e non merita di ricevere commenti in questa delicata fase di transizione.

L’operazione che è stata approvata dalla Consob interessa la conversione di 4.3 miliardi di bond dalla natura subordinata in azioni e l’adesione stimata ha un valore nominale di 1057 milioni di euro, quindi il 25% della proposta totale di aumento di capitale. La nota ha quindi riportato che gli strumenti di conversione si sono ridotti da 11 a 10, perché in un caso vi è stata l’esclusione dell’offerta volontaria perché non è stato raggiunto il valore nominale della metà, quindi il 50% del valore nominale attualmente in circolazione. Questa esclusione non va a modificare nella sostanza l’entità della conversione nel suo complesso, perché è stato stimato che sul totale di 4.3 miliardi di euro complessivi, l’ammontare dei titoli in circolazione era di soli 28.6 milioni di euro.

SHARE

LEAVE A REPLY