Ryanair: l’obiettivo sono i biglietti a costo zero

Ryanair ha sicuramente cambiato il modo di volare in tutto il mondo e introdotto delle regole che hanno fatto scuola nel settore dei trasporti aerei. Il Ceo Michael O’Leary ha cambiato molte volte idea e annunciato progetti spesso strampalati, ma ora le intenzioni potrebbero essere felici quanto propositive. L’Ad della compagnia low cost più famosa del mondo vorrebbe, infatti, far viaggiare gratis i suoi passeggeri. Il guadagno della compagnia non sarebbe più concentrato sul puro pagamento del biglietto, ma diventerebbe il frutto di una serie di accordi fra ristoranti, bar, alberghi e caffè, nonché fra i negozi degli aeroporti, che andrebbero a pagare con i ricavi delle vendite il costo del biglietto aereo. Del resto, secondo le parole dello spumeggiante Ad, gli aeroporti si sono trasformati in veri e propri centri commerciali e chi porta i clienti ai negozi se non le stesse compagnie aeree?

Ryanair : andamento in Borsa

Ryanair : previsioni

La prospettiva non è certamente a breve termine, ma O’Leary ha, intanto, gettato l’amo e fissato quella che potrebbe essere in futuro più di una collaborazione, ovvero un modo di fare business sicuramente visionario ma legato al commercio più puro. Non si tratta della prima idea di questo tipo sosta dall’Ad della compagnia irlandese, che già un anno fa aveva ipotizzato di abbassare il costo dei biglietti legando il servizio alla rete e quindi guadagnando su altri fonti come, ad esempio, la pubblicità o le affiliazioni. Il costo del biglietto diventerebbe, in questo caso, un pretesto, perché tutto il business ruoterebbe attorno ad altri fattori e a altre tipologie di guadagno, dalla pubblicità a sistemi di collaborazione con altre aziende e realtà commerciali.

La prospettiva visionaria si scontra attualmente con le tasse aeroportuali, cruccio di O’Leary e boccone indigesto che non riesce a mandare giù. Senza le tasse aeroportuali, che in alcuni aeroporti ammontano anche a 20 sterline, l’Ad di Ryanair ha infatti dichiarato di poter proporre biglietti aerei anche a pochissime sterline, se non a costo zero, rendendo tutti felici e contenti, dai passeggeri alla stessa compagnia aerea.

SHARE

LEAVE A REPLY