Twitter taglia il 9% del personale per salvarsi

Il portale social Twitter ha annunciato il taglio del 9% del personale operativo e lo scopo dichiarato è il salvataggio della società, alla luce del mancato accordo di vendita con Saleforce. A conti fatti si tratta di un’ipotesi di licenziamento di 800 persone, che era già stata annunciata e trapelata giorni scorsi dalla stampa economica internazionale.

Twitter : andamento in Borsa

Twitter : analisi dei costi e previsioni

La decisione di abbattere in modo così importante la forza lavoro si rivela essere in completa controtendenza con i ricavi che sono stati dichiarati nel terzo semestre dell’anno in corso, che hanno raggiunto quota +8% e si sono assestati a 616 milioni di euro. Il dato economico è quindi positivo, ma le intenzioni che interessano la forza lavoro si legano a ragionamenti più avanzati nel tempo e riguardano il periodo di ‘stanca’ che da tempo sta attraversando questo particolare canale social.

I ricavi sono superiori rispetto all’incremento ipotizzato dagli analisti, che si assestava ad un totale di 605 milioni di euro, ma il business rimane in uno stato di sofferenza perché, al netto delle voci straordinarie, il canale social ha registrato un utile per azione del valore di 13 centesimi di dollaro. Poco, anche se più di quanto avevano anche in questo caso ipotizzato gli analisti, che volevano le azioni acquisire un valore di massimo 9 centesimi cadauna.

I tagli al personale ipotizzano quindi un recupero di capitale stimato fra i 10 e i 20 milioni di euro. Si tratta di una dieta dimagrante, che ora più che mai non lascia scampo dopo il fallimento di vendita alle imprese Saleforce, Disney e allo stesso Google. Dorsey ha quindi chiesto fiducia e ha dichiarato di essere in grado di restituire nuovo smalto al canale, ma gli investitori chiedono chiarezza e benefici, non certo di fidarsi solo delle parole del padre fondatore del canale più cinguettante del mondo.

SHARE

LEAVE A REPLY